mercoledì 17 dicembre 2014

C9DNO - No social? Non party.


Continuano (?) le proteste a Roma del Coordinamento 9 Dicembre sempre meno Organizzato e sempre meno Nazionale e i toni, su internet, si fanno sempre più minacciosi. "Paura di niente e di nessuno" recita il titolone, e continua, "Gli attivisti...urlano la verità in faccia a chi da quarant'anni malgestisce il nostro Paese". Ancora una volta incolpano i social network (ed ora anche i reality show) di apatizzare il popolo rendendolo immaturo e quindi incapace di svegliarsi. Minacciosi (su Facebook) dichiarano: "Molti restano solo supereroi da tastiera, pronti a fare ferro fuoco e fiamme, pronti a sparare, c'è chi non fa prigionieri perché non si neppure cosa vuole fare. Se non avete neppure la forza di metterci la faccia, per non essere richiamati dai vostri padroni, allora ritiratevi che è meglio !!! Per le vere rivoluzioni, meglio pochi ma buoni !!! La violenza le minacce servono solo ad allontanare le famiglie e la gente perbene !!!" e continuano "minacciando" un possibile attacco alla RAI il 27 Dicembre.


video


Continua insomma la crociata contro i mulini a vento di chi pare autoconvincersi che le cose stiano avanzando. Vediamo alcune immagini datate 13 Dicembre in un filmato da YouMedia che possiamo vedere qui sopra.

"Evidentemente", spiega il Calvani, "abbiamo sbagliato qualcosa" dice prendendosene la colpa e poi, in uno sprizzo di follia, continua "siamo vicinissimi a scatenare una reazione a catena"...una reazione a catena?! Mi torna in mente Anacleto nella spada nella roccia: "Éèè? Chì? Che cosa?". 

Forse sono io che credo poco a questo personaggio e ancor meno al poco seguito che ho potuto vedere e conoscere qui a Bergamo ma, seppur possa concordare su alcuni aspetti di questo movimento/coordinamento, così non si va da nessuna parte ragazzi. C'era chi credeva il C9DNO serio e che quindi ha inviato la Polizia a perquisire la casa di un coordinatore della zona Rimini, Gabriele Baldarelli, alla ricerca di armi...forse davano più credito al C9DNO e, pensando all'intenzione seria di un colpo di Stato o di qualche azione e ostilità vecchio stile, hanno cercato armamentari a casa di questo Baldarelli, noto imprenditore della zona.

Insomma non smette di far parlare di se ma senza un vero senso logico, come una gallina che corre senza testa temo che questo C9DNO cadrà a terra stremato senza un'azione forte, vecchio stile. É ciò che probabilmente servirebbe. É ciò di cui ho più paura.

Il giornalista in bicicletta,

Charlie Capotorto.

© Riproduzione riservata

Nessun commento:

Posta un commento